HOME PAGE  di    Maurizio  Procaccini

Via  Montechiaro 2

62010 Mogliano (MC)

 

…...BIOGRAFIA IN PROGRESS…………..

Per ulteriori informazioni:

Tel.: 0733-556790

Fax: 06-23313643

E-mail: maurizioprocaccini@libero.it

 

Sono nato a Macerata la sera del 13  Settembre  ‘58  , la mia infanzia l’ho vissuta interamente a Mogliano dove vivo tuttora.

     Ho passato i primi anni in famiglia ma molte ore le ho  trascorse in un convento, attiguo alla casa dei miei genitori, dove mia madre lavorava  come inserviente .

    Trascorrevo lì  gran parte delle giornate, ben oltre l’orario della  scuola materna Crescendo ho frequentato la parrocchia impegnandomi nei gruppi giovanili.

   Dopo alcuni anni è iniziata in me una crisi ed una critica severa verso la chiesa cattolica nella sua forma temporale. Resta intatto e forte il mio riferimento ai valori universali del messaggio cristiano. La ricerca di come affermare al meglio le identità ed i valori in cui credevo, credo, mi ha portato sin dai primi anni del Liceo Scientifico, alla militanza nella sinistra; mi sono iscritto sedicenne alla FGCI e da allora il mio impegno politico e sociale  è legato alla storia   della locale sezione del PCI prima, PDS  poi e dei DS oggi…

      La mia attività professionale e lavorativa si è concretizzata con l’assunzione nelle Ferrovie dello Stato nell’82, poco prima di completare gli studi universitari; studi che ho dovuto  abbandonare poco prima dalla laurea in Giurisprudenza.

    Dopo alcuni mesi di lavoro  in ferrovia iniziai l’esperienza sindacale nella FILT-CGIL, prima come delegato di stazione, poi attivista nel settore ferroviario e da allora il mio impegno sindacale è via via cresciuto  sino ad oggi in cui è divenuto la mia attività prevalente. Ho ricoperto per molti anni il ruolo di Segretario provinciale della FILT di Macerata e da poco sono entrato nella segreteria regionale marchigiana della FILT.

  Resto  tuttavia ancorato, anche grazie alla collaborazione dei colleghi, a saltuari periodi di impegno nelle mie attività di lavoratore delle ferrovie oggi  dipendente di Trenitalia.

    Vivo questo ruolo di dirigente sindacale e di lavoratore attivo come una ricchezza irta di difficoltà. E’ senz'altro un posto di osservazione privilegiato dove vivere e sperimentare la complessità dei temi, delle difficoltà, delle aspettative che i lavoratori consegnano al sindacato nella quotidianità dei problemi, ma anche nella richiesta di strategie di proposte . In definitiva, nella domanda di futuro che oggi attraversa tutto il mondo del lavoro, non solo le ferrovie, non solo il settore dei trasporti                  …….    continua …….